4. marketing


In che senso “marketing”? Semplice. Nel senso che devi fare marketing per poter vendere la tua casa. Come per vendere qualsiasi prodotto, anche per vendere la tua casa è necessario fare promozione e fare in modo che gli acquirenti ne vengano a conoscenza. DEVI FARE PUBBLICITA’.

img_2242

SCRIVERE UN TESTO PUBBLICITARIO

Paperwork at homeNormalmente la maggior parte degli annunci contiene soltanto la descrizione delle caratteristiche dell’immobile. Però le caratteristiche (piano, vani, metri quadri eccetera) forniscono solo le ragioni logiche per andare a vedere una specifica casa, e le ragioni logiche da sole non bastano perché la vendita o, meglio, l’acquisto è sempre rappresentato dall’insieme di due elementi: le ragioni logiche e quelle emotive.

Ognuno di noi sceglie un prodotto prima in base alle emozioni che questo gli suscita, e poi giustifica a se stesso l’acquisto razionalmente. Quindi hai bisogno di fornire al potenziale compratore entrambi i tipi di ragioni, quelle logiche e quelle emotive, ma soprattutto le seconde. E le caratteristiche tecniche di una casa non sono in grado di farlo.

Devi considerare che, chiunque esso sia, il compratore medio usa sempre lo stesso processo mentale per decidere a quale annuncio interessarsi e quale invece scartare.

A questo punto il tuo testo pubblicitario deve puntare a catturare e attirare l’attenzione dei compratori, suscitare il loro interesse, provocare in loro il desiderio di visionare l’immobile e spingerli all’azione di comporre il tuo numero di telefono per chiamarti.

In questo caso la prima cosa che devi chiederti è: “A chi può interessare il mio immobile?”

Una volta che hai attirato l’attenzione del compratore, devi suscitare il suo interesse. Le domande che devi porti sono: “Quali sono le caratteristiche principali dell’immobile? E quali sono i rispettivi vantaggi associati alla caratteristica?”.

Ad esempio, prendiamo in considerazione una caratteristica delle condizioni interne, “da ristrutturare”, e il vantaggio che questa può comportare, ossia la personalizzazione dell’immobile. Perciò, se l’appartamento è da ristrutturare e il vantaggio è la personalizzazione, il testo pubblicitario potrebbe diventare questo: “vendesi appartamento di 90 mq di 3 vani in cattive condizioni, il che permette di personalizzarlo come piace a te”.

APE (Attestato di Prestazione Energetica). In tutte le pubblicità che realizzi (cartelli da portone, inserzioni su internet, promozioni su giornali e/o riviste di settore, volantini eccetera…), RICORDATI SEMPRE di inserire la Classe e il Consumo Energetico dell’appartamento altrimenti RISCHI seriamente di beccarti una multa da 500 a 3.000 euro. Da svariati anni è diventato obbligatorio per Legge, INSERIRE negli annunci LA CLASSE ENERGETICA, pena SANZIONE AMMINISTRATIVA.

Computer Work Station Monitor With Blank ScreenPubblicità su Internet

Internet oggigiorno è diventato la vetrina multimediale per eccellenza. Il web è usato per trovare prodotti e servizi, per fare ricerche e anche per trovare casa. Sono sempre di più le persone che consultano la Rete per ricercare un’abitazione da comprare; lo fanno magari comodamente da casa o dall’ufficio. Inoltre le persone impegnate, che hanno orari di lavoro ristretti, non hanno tempo di girare per le strade della città alla ricerca di cartelli di vendita. Per questi motivi, Internet diventa il loro strumento di ricerca preferito.

Su Internet la gente cerca le risposte e la via più breve per risolvere i propri problemi, perciò, per consentire al tuo potenziale acquirente di selezionare meglio l’immobile e per evitare a lui e a te di perdere tempo inutile in visite inefficaci, oltre al testo pubblicitario, aggiungi anche le fotografie dell’appartamento e dello stabile, se puoi.

Solitamente chi fa una ricerca su Internet desidera ricevere risposte, e le risposte incomplete infastidiscono. Perciò, quando inserisci le informazioni riguardanti la casa, cerca di fornirne quante più possibili: scrivi le caratteristiche e i vantaggi, aggiungi la planimetria e quante più immagini riesci a caricare, in modo che l’acquirente possa avere le informazioni e le risposte pronte, già da subito. Per fortuna online ci sono tantissimi siti su cui pubblicizzare gratuitamente e a pagamento la vendita degli immobili. Ricordati sempre che è fondamentale aggiungere la classe e il consumo energetico.

Se non ti va di fare pubblicità puoi trovare qualcuno che faccia l’investimento al posto tuo e i professionisti a cui puoi rivolgerti sono gli agenti o le organizzazioni immobiliari.

Se non sai come selezionare, eccoti una guida rapida per la scelta del tuo agente:


• Fai delle vere e proprie interviste “perché proprio tu?”

• Testa le loro conoscenze ed esperienze “hai già lavorato in questo quartiere?”


Non aver paura di:

Dire addio agli agenti immobiliari che utilizzano solo vecchi metodi di marketing, che ormai non funzionano più.

Il motivo è semplice:

Al giorno d’oggi SOLO gli agenti che utilizzano tecniche innovative di marketing riescono a vendere proprietà immobiliari in tempi rapidi e al giusto prezzo.

Detto ciò il mio consiglio è quello di valutare bene i pro e i contro del fai-da-te perché il rischio di muoversi da soli è quello di tenere l’immobile in vendita per tempi molto lunghi… e un immobile che è sul mercato da molto tempo perde valore.

Quindi… prima di entrare le labirinto, procurati o studia la mappa e ne uscirai velocemente e serenamente vincente. Se hai difficoltà a gestire da solo gli appuntamenti, è utile, forse, fare un giro presso le agenzie più quotate della città.


schermata-2016-09-26-alle-19-57-26


clicca qui per accedere alla pagina successiva “2° FASE l’appuntamento di vendita”